La raffinata sartorialità del gusto

La collezione Y nasce dal desiderio di rompere gli schemi compositivi classici superando i rigorosi allineamenti base-pensile. Il processo di de-costruzione genera situazioni compositive molto diverse tra loro e molto interessanti. L’inserimento dei “vuoti asimmetrici” dei vani a giorno e dei “pieni” dei contenitori pensili, permettono di giocare in un’alternanza di ritmi in continua evoluzione.

L’anta, nella purezza del taglio, si accosta al top con eleganza e l’assenza della maniglia conferisce alla cucina uno stile sempre al passo così tempi.

La materia della cucina, nelle sue svariate finiture, è l’elemento portante del progetto: all’essenza liscia all’incisa vissuta, al laccato opaco o lucido è sempre protagonista e in grado di vestire atmosfere differenti per dare vita a quella che può essere definita una “raffinata sartorialità del gusto”.